Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_bratislava

Elezioni politiche e referendum

 

Elezioni politiche e referendum

I cittadini italiani residenti all’estero hanno diritto di voto per l’elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, nonché per i referendum popolari abrogativi e confermativi.

In occasione delle elezioni politiche, essi votano nella Circoscrizione Estero per eleggere 12 Deputati e 6 Senatori.

La Circoscrizione Estero è suddivisa in 4 ripartizioni geografiche: a) Europa; b) America Meridionale; c) America Settentrionale e Centrale; d) Africa, Asia, Oceania e Antartide.

Gli elettori votano per le liste presentate nelle ripartizioni geografiche di rispettiva residenza.

Hanno diritto di voto tutti i cittadini italiani residenti all’estero che abbiano compiuto i 18 (per l’elezione della Camera) ed i 25 (per il Senato) anni d’età, e che siano iscritti nelle liste elettorali.

Per favorire l’aggiornamento dei dati, la Legge 459 dispone l’obbligo, per gli elettori, di comunicare all’Ufficio consolare i propri dati aggiornati.

Il voto dei cittadini italiani residenti all’estero viene espresso per corrispondenza. L’elettore che riceve un plico postale dal Consolato, deve far pervenire le schede votate all’Ufficio consolare, che provvederà a sua volta all'invio delle schede in Italia, in modo che lo spoglio possa essere effettuato congiuntamente a quello delle schede votate in territorio nazionale.

I cittadini italiani residenti all’estero possono, alternativamente al voto per posta in Slovacchia, optare per l’esercizio del diritto di voto in Italia, rientrando nel territorio nazionale e dandone previa comunicazione scritta al proprio Ufficio consolare. L’opzione è valida per una singola consultazione elettorale o referendaria.


65